Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

E’ uscito Infoxoa 021

Movimenti, autorganizzazione e forme del conflitto – Reclaim the Money – Parole In Movimento, le tre sezioni presenti in questo numero.

Infoxoa, come sempre rinnova
il desiderio di continuare a produrre visioni, dubbi, analisi utili a diffondere
liberazione, a riconquistare autonomia, a costruire percorsi di trasformazione
dello stato di cose presente.

Infoxoa, una rivista di
quotidiano movimento, che giunge cosi al suo numero 21, ancora autoprodotta,
senza padroni ne padrini, con la volontà sempre più viva di essere un altro, dei
tanti esistenti, strumento di lotta. Vive grazie al contributo dei compagni e
delle compagne, dei lettori attenti e vogliosi di leggere e ancor prima di
pensare da se. Di chi cerca la felicità e sa che è sovversiva e possibile solo
se è collettiva.

Infoxoa, una rivista di
quotidiano movimento vive grazie alla distribuzione autogestita, alle relazioni
che diventano nodi e reti, spazi di libertà e tempi liberati e può essere
richiesta da singoli lettori, centri sociali, persone che la vogliono
distribuire, infoshop, librerie, case occupate, collettivi studenteschi,
precari, comitati di lotta territoriali, radio antagoniste, singoli
giramondo…

scrivendo a: infoxoa@infoxoa.org

 

Di seguito alcuni brani
tratti dall’editoriale del nuovo numero ed il
Sommario

Tratto
dall’editoriale di Infoxoa 021

Quali sono le forme
del rifiuto ancora possibili in un mondo governato dal ricatto (della guerra,
del terrore, della precarietà, del reddito) e che procede per accettazione,
entrambi figli di quella falsa partecipazione al consenso e alla
produzione?… 

….Ci chiediamo
quindi come si esprimano oggi queste forme del conflitto, quali siano le
pratiche potenzialmente generalizzabili, strumenti ed esempi di rottura. In
buona sostanza: dove e come nasce la rottura, chi la pratica, come la
pratica?… 

…E’ necessario fare
il punto su cosa siano i movimenti oggi, quali le forme esistenti
dell’autorganizzazione tra comitati territoriali, spontaneismo sociale,
sindacalismo metropolitano, attivismo volontaristico, “militanza” senza
organizzazione. L’attenzione va tenuta alta, soprattutto, per la lettura delle
forme spontanee di organizzazione sociale dal basso (se vi sono, quali sono,
cosa se ne evince, come si replicano). Dobbiamo osservare meglio quel tanto di
autonomia che, in forma organizzata o spontanea, allo stato attuale
effettivamente esiste… 

…Nella loro
diversità i territori ritornano, o meglio debbono tornare ad essere occupati
dalla ripresa dell’iniziativa politica. Laddove
sta accadendo, questo rimette in discussione un altro punto importante: la
questione del potere… 

…Si può affermare
che un movimento conflittuale sarà tanto più difficilmente riassorbibile, quanto
più riuscirà a mettere sul campo i seguenti due elementi: una sfida al
meccanismo del profitto, una sfida alla politica sul piano della sovranità. Un
movimento o un singolo conflitto che riesca ad esprimere queste due
caratteristiche più difficilmente potrà essere catturato nelle maglie della
partecipazione al banchetto del marketing territoriale o della partecipazione
del consenso al potere…

  

Movimenti,
autorganizzazione e forme del confIitto

Voglia di Movimento
a
cura del nodo redazionale

I Movimenti del no,
il no dei Movimenti di Luca
Santini

Grammatica
dell’autonomia di Francesco
Raparelli

Le tante lingue del
no di Lanfranco
Caminiti

Libere di scegliere
a
cura di “Ribellule“

Volete i profitti?
Avrete la lotta! di Franco
Carlucci

Organizzare Il no
intervista No Tav a
cura di Infoxoa

Offshore? no thanks!
intervista No
Offshore a cura di Infoxoa

Territorio,
governance, modernità di C.S.O.A. Ex
carcere

Disegnando nuove,
rapide figure di Ivan Mirò i
Acedo

C’est la guerre:
urla dalle banlieus! intervista MIB a
cura di Infoxoa

Il sociale e Il
politico intervista a David
Hilliard BPP a cura di ATTICA BLUES

Decentralized
actions di Sabrina Del
Pico

Mappe e Inchiesta
di
Sandro Gobetti

Irriducibili
all’esistente di Peppe
Allegri

Dall’operaio massa
al precario postfordista di Vittorio
Rieser

 

Reclaim  the
Money

10 punti per una
discussione sul reddito di Andrea Fumagalli
e Carlo Vercellone

Il nazionalismo al
lavoro di Papi
Bronzini

Fuori dalla
famiglia, fuori dal lavoro di
A/MATRIX

Basic Income e
occupazione in Brasile di Eduardo Matarazzo
Suplicy

Basic income e
mercato del lavoro in Argentina di Corina Rodriguez
Enriquez

Basic income In Sud
Africa di Jeremy
Seekings

Basic income e
lavoro salariato in Giappone di Shuji
Ozawa

Vite ricattate
di
Infoxoa

Esternalità negative
nell’uso del lavoro flessibile di
luoghisingilari.net

Il basic income: una
via per la vera libertà di Rafael Di
Majo

 

Parole In
Movimento

Quando la lotta paga
la bolletta di
Franszisko

Come si scrive
precarietà? di Cristian
(LAP)

I visibili  – Electric Salsa due acconti a cura del Laboratorio di scrittura a
progetto

La musica dei Mery e
Hasib di Sonia (Lionheart
Sound – Kaos Crew)

Ejido Che Guevara
– un 2 di ottobre a Città del Messico due racconti
di Fz

 

Il prezzo di questo
numero è di 10 euro (più spese postali).

Per chi desidera
distribuirlo lo sconto sarà come sempre del 50% sul prezzo di
copertina.

Articoli Correlati: