Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

S. Precario e il kapò di Nerviaan


C’è un Comune vicino a Milano dove il sindaco si è fatto eleggere da una lista di centrosinistra che emette ordinanze degne della miglior destra texana. Siamo a Nerviano (Nerviaan) statale del Sempione, a 10 minuti da viale Certosa. Il ragionier Enrico Cozzi, in quota Partito Democratico aveva vietato gli assembramenti in parchi e piazze cittadine, equiparando le compagnie di adolescenti a pericolosi criminali, spacciatori, delinquenti della peggior risma. Così innocue partite di pallone venivano sanzionate peggio di smaltimento abusivo di rifiuti tossici, e una gara di frisbee vietata quasi fosse una riunione dell’ndrangheta longobarda. I cittadini, molti dei quali genitori dei ragazzi vessati dal sindaco-inquisitore, si sono rivolti agli avvocati del Punto San Precario di Rho, spinti dagli attivisti del collettivo Oltre il ponte, che hanno denunciato l’abuso di potere presso il Tar della Lombardia. Il risultato è stato che sindaco e consiglio comunale, che avevano votato l’ordinanza all’unisono alla faccia dei pseudoruoli di opposizione e maggioranza, si sono dovuti rimangiare l’ordinanza-killer definita nella sentenza dello scorso settembre ‘anticostituzionale’ perdendo la faccia di fronte al comitato No Ordinanza nato contro gli assurdi divieti.

Articoli Correlati: