Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Immagina che lavoro – immagina che politica

La Libreria delle donne di Milano organizza un ciclo di incontri aperti a donne e uomini che vogliono discutere i contenuti dell’ultimo Sottosopra. Cinque momenti di approfondimento e confronto per valutare le possibili conseguenze politiche del Manifesto. Parteciperemo al primo di questi:

SABATO 23 GENNAIO – ORE 17.30
Milano, Libreria delle donne, Via Pietro Calvi 29
CAMBIARE L’IDEA DI LAVORO:
A CONFRONTO CON PRECARIE INTERMITTENTI AUTONOME

Ne parliamo con: Chiara Martucci, Sconvegno; Natalia Mendez, Intelligence precaria; Anna Soru e Sergio Bologna, Acta.
Introduce: Silvia Motta

Il Sottosopra-lavoro vuole mettere in discussione radicalmente il concetto di lavoro. E lo fa a partire dall’esperienza delle donne che, mentre lavorano per il mercato, quindi per realizzarsi e per garantirsi un reddito, sanno che
altrettanto lavoro è necessario per avere relazioni e figli. Non sempre le donne hanno figli.

Non sempre hanno un lavoro garantito. Ma questo non elimina l’urgenza di ribadire la necessità pratica e teorica di cambiare l’idea di lavoro. Oggi però il lavoro è sempre più caratterizzato, specialmente per le/i più giovani, da una
relazione di precarietà, e contemporaneamente da una “confusione” tra vita e lavoro: sono due fatti nuovi e probabilmente non transitori. Contemporaneamente si moltiplicano i casi di donne che scelgono volontariamente di lavorare in condizioni di autonomia. Tutte queste realtà modificano, specialmente per le donne ma non solo, l’esperienza personale del lavoro, le aspettative, l’immaginario/simbolico legato al lavoro?

Articoli Correlati: