Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Perchè difendere S.O.S Fornace di Rho

In questi giorni il centro sociale S.O.S. Fornace di Rho è minacciato di sgombero. Non crediamo che ciò sia casuale.

La Fornace ospita dall’inizio di quest’anno il Punto San Precario, luogo e momento di denuncia e azione contro la condizione precaria, particolarmente presente nell’area di Rho-Fiera. Ad aprile, un’azione della Fornace, del Punto San Precario e di Inelligence Precaria aveva consentito di sbloccare il mancato pagamento degli stipendi della società Best Union, una delle tante imprese che operano in subappalto nell’area Rho-Fiera. Lo stesso AD di Rho Fiera era stato costretto ad intervenire di persona per evitare che la patinata immagine dell’Ente Fiera, vetrina di quello che dovrebbe essere l’Expo 2015, venisse fortemente intaccata.

Più recentemente, nuove vertenze precarie si stanno aprendo in Fiera e nell’area di Rho soggetta alle ristrutturazioni speculative dell’Expo 2015. Proprio sabato prossimo è stata indetta una manifestaione per proestare contro il Piano Alfa, ennesimo entativo di esproriare per fini privati ciò che dovrebbe essere un bene comune e pubblico. Gli interessi padronali e palazinari di Rho hanno quindi trovato un primo embrione di esistena e non stupisce quindi l’attacco a ci la Foirnace è sottoposta.

Proprio per questo, gli Stati Generali della Precarietà, indetti a per il 9 e 10 ottobre, due giorni di dibattito, analisi e proposte sul tema precarietà e del reddito aperte alle raltà europee della Rete EuroMayDay e alle realtà nazionali, sono disponibili a traslocare dal Circolo Arci Bellezza a Via San Martino a Rho, sede del C.S. Fornace, nel caso si rendesse necesaria una presenza forte e solidale.

Articoli Correlati: