Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Vittoria delle ragazze del bar

RAGAZZE DEL BAR 1 – CIRFOOD 0

Una grande vittoria!

Il giudice del lavoro, sciogliendo la riserva, ha ordinato alla CIRfood l’immediato reintegro delle lavoratrici e dei lavoratori del bar dell’ospedale di Monza. Inoltre la CIR dovrà pagare tutti gli arretrati dal 1 settembre e ricostituire il rapporto di lavoro da quella data.
Questa sentenza testimonia il fatto che la determinazione dei lavoratori nel difendere i loro interessi è l’elemento principale per scardinare l’arroganza di chi calpesta i loro diritti, generando disoccupazione e precarietà con lo scopo di creare maggiori profitti.
La determinazione delle lavoratrici e dei lavoratori non solo ha saputo costruire livelli di agitazione e strategia notevoli attraverso varie iniziative, fra le quali l’occupazione del tetto dell’ospedale, ma ha permesso di smascherare quel sistema di collusioni fra finte-cooperative, azienda ospedaliera, Regione Lombardia e sindacati collaborazionisti.
Le lavoratrici e i lavoratori del bar dell’ospedale sono coscienti che questa è una prima vittoria a cui la CIR cercherà di dare una risposta che senza dubbio troverà un’opposizione rinforzata e organizzata.
Le lavoratrici e i lavoratori ringraziano tutti i soggetti che hanno sostenuto la lotta, in particolare la FLAICA-Cub di Monza, il Punto San Precario di Monza e il centro sociale FOA Boccaccio. Ringraziano inoltre gli avvocati Angelo Latino e Daniela Cesana che hanno patrocinato la causa.

Le lavoratrici e i lavoratori del bar dell’ospedale San Gerardo
FLAICA-Cub Monza
Punto San Precario Monza
FOA Boccaccio 003

LE RAGAZZE DEL BAR SUI TETTI DEL MONDO

ragazze_bar_LOGOLicenziamenti e precarietà, la CIR food ci avvelena.

Le lavoratrici e i lavoratori del vecchio bar dell’ospedale San Gerardo hanno oggi deciso di occupare il tetto dell’ospedale contro il mancato rinnovo del loro contratto da parte della cooperativa CIR food.

Con l’avvento dei lavori di ristrutturazione dell’ospedale ad opera della giunta Formigoni e ratificati da Maroni, le prime a pagare il prezzo di queste speculazioni sono state le lavoratrici del bar: la cooperativa CIR food, che ha vinto il nuovo appalto per la ristorazione, si è rifiutata di assumere le dipendenti del bar, violando il loro contratto nazionale.

Prosegui la lettura »