Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Cartoline dalla Cina #7

9 milioni di nuovi posti di lavoro

Quando i cinesi danno i numeri c’è sempre da stare in guardia, ma le recenti novità, vedi superamento economico del Giappone, sembrerebbe confermarli: mentre la crisi costringe a ristrutturazioni aziendali, e licenziamenti, in tutto il mondo, la Cina ufficializza la sua contro tendenza.

Secondo i dati forniti dalle autorità negli ultimi dieci mesi del 2009 sarebbero più di 9 milioni i nuovi posti di lavoro creati nelle aree urbane.

Il Dipartimento delle Risorse Umane e della Sicurezza Sociale ha specificato che la Cina ha creato 9,4 milioni di posti superando l’obiettivo di 9 milioni posto a inizio anno. Secondo Ying Chengji, portavoce del ministero: “in generale, la situazione occupazionale è rimasta stabile quest’anno. E’ molto meglio di quello che ci aspettavamo. Prevediamo che la cifra per l’anno potrebbe raggiungere 11 milioni entro la fine del mese di dicembre”.

La forza lavoro cinese è di circa 792,4 milioni di persone, come conteggiata nel 2008, di cui 302 milioni risiedono nelle aree urbane, mentre 472,7 milioni nelle zone rurali. Con 8,86 milioni di disoccupati urbani, il tasso di disoccupazione nel primo trimestre del 2009 è salito al 4,3%, contro il 4% alla fine del 2007. Nell’ultimo trimestre del 2008 560 mila cittadini cinese avevano perso il lavoro, secondo le cifre ufficiali.

Articoli Correlati: