Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Cartoline dalla Cina #9

Save the Bike

Una nuvola compatta di inquinamento, cielo grigio. Ecco l’atmosfera della vita quotidiana di circa 5 milioni di conducenti di auto. Pechino ha attualmente 4 milioni di veicoli, un dato in costante aumento. La capitale però è impegnata nella lotta contro il riscaldamento globale: entro il 2012, 420 km di metropolitana saranno definitivamente in esercizio mentre saranno moltiplicati il numero di corsie per i bus pubblici. Ma la città vuole anche convincere i suoi abitanti per tornare alle vecchie abitudini … la bicicletta, la Piccola Regina della strada, come venne definita dai francesi.
L’idea è quella di fornire una rete di 500 negozi e 20 000 biciclette in affitto in tutta la capitale con due obiettivi primari: la lotta contro l’inquinamento e il traffico terribile di Pechino (nonché l’obesità in aumento di tanti giovani cinesi, aggunge qualche studio).
Segno di modernizzazione e arricchimento economico, la macchina è ormai il modo più conveniente per milioni di pechinesi per raggiungere i propri luoghi di lavoro, specie per chi vive nei sobborghi della capitale. A Pechino però i risultati sono drammatici: ingorghi sulle strade principali gran parte della giornata e il cielo grigio quasi tutto l’anno.
Sulla carta, il nuovo piano per il ritorno della bicicletta come mezzo principale di trasporto potrebbe risolvere molti problemi, ridurre le emissioni di gas inquinanti. Secondo Wang Yong, proprietario e presidente di una azienda che noleggia le biciclette, il governo però non avrebbe ancora annunciato alcuna misura concreta “per aiutare le società di noleggio”.

Articoli Correlati: