Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Controllo sociale diffuso in salsa di soia

Nella Cina che si appresta ad ospitare le Olimpiadi il controllo sociale, thumb_beijing_hua.jpggià maggiore istituzione morale nazionale, riesce a fare ulteriori salti di qualità: è tempo di ripulire e rendere presentabili anche le caratteristiche Hutong del quartiere storico di Pechino, per non deludere i viziati, romantici e totalmente instupiditi occidentali in visita.

 

Che la Cina sia il paese dal controllo sociale più avveniristico non
è una novità.‭ ‬Con le Olimpiadi alle porte,‭ ‬però,‭ ‬il Governo
cinese sta superando se stesso in termini di controllo e metodologie di
sicurezza.‭ ‬Passi il fatto che a Pechino è impossibile attraversare
una strada senza essere fermati dai diligenti controllori del
traffico.‭ ‬Passi il fatto che,‭ ‬ogni qual volta ci si avvicina a
luoghi importanti,‭ ‬piazze,‭ ‬templi,‭ ‬palazzi,‭ ‬si debbano superare
controlli di poliziotti.‭ ‬Passi il fatto che in Tien An Men,‭ ‬durante
la serata della Lanterne,‭ ‬ultima notte di festeggiamenti per il
capodanno cinese,‭ ‬non si poteva passare,‭ ‬fermarsi,‭ ‬allacciarsi le
scarpe:‭ ‬c’era la festa del Governo nel lussuoso e immenso palazzo.‭
‬Passi che i poliziotti appostati dicessero,‭ ‬utilizzando microfoni
con il solito volume fastidioso,‭ ‬alto e gracchiante:‭ “‬passate in
fretta perché l’area è piena di poliziotti in borghese e ogni movimento
sospetto causerà l’arresto‭”‬.

Passino tutte queste note,‭ ‬un po‭’ ‬di colore e un po‭’
‬tremende,‭ ‬che costituiscono l’abitudine ormai per pechinesi,‭
‬stranieri e turisti.
Più interessante è l’esperimento partito qualche giorno fa nella zona
più tradizionale‭ – ‬e amata dagli stranieri‭ – ‬di Pechino:‭
‬Dongcheng,‭ ‬il quartiere degli‭ ‬hutong,‭ ‬le antiche palazzine
cinesi,‭ ‬ricoperte di pietra e il cui intricatissimo andirivieni
stordisce,‭ ‬affascina,‭ ‬intriga e riempie di emozioni.‭ ‬In questa
zona,‭ ‬raramente presa in considerazione dal Governo cinese,‭ ‬è in
atto un esperimento niente male.‭ ‬Le autorità hanno scoperto che
costituisce un’area di grande interesse per gli stranieri,‭ ‬più
affascinati,‭ ‬al contrario dei cinesi,‭ ‬dal passato che non dagli
avveniristici grattacieli che stanno cambiando la fisionomia della
capitale cinese.‭ ‬E allora bisogna correre ai ripari.

Così gli abitanti più fedeli al Partito e alla necessità di
mostrarsi al mondo in modo serio,‭ ‬rigoroso e ordinato,‭ ‬hanno detto
sì alla richiesta di altri volontari‭ (‬75mila lavoreranno gratis
durante le olimpiadi‭) ‬che dovranno girare per gli hutong e
registrare,‭ ‬segnalare,‭ ‬provvedere tutto quanto non va bene.‭ ‬O
meglio tutto quanto a un occidentale potrebbe non piacere.‭ ‬Sputazzi
per terra,‭ ‬cavi elettrici in giro,‭ ‬sporcizia,‭ ‬scarso decoro delle
porte,‭ ‬panni stesi,‭ ‬macchine scassate,‭ ‬motorini e biciclette
accatastati.‭ ‬Dovranno segnalare e provvedere alla risoluzione del
problema.‭ ‬Subito,‭ ‬naturalmente.‭ ‬Chi non accetterà di mettere in
ordine,‭ ‬ripulire,‭ ‬aggiustare,‭ ‬cadrà tra le grinfie della polizia
locale.‭ ‬Un’associazione a delinquere che controlla ristoranti,‭
‬night club e interi quartieri.‭ ‬Cittadini che controllano cittadini.‭
‬Altro che involtini primavera.

 

Articoli Correlati: