Inserisci la tua email per iscriverti alla nostra newsletter:

Il Fannullone n. 4


 

pdf Scarica la versione pdf 1.79 Mb

Comune alla deriva-ti
Maxilavoro
per la Procura di Milano. Sono 476 i milioni di euro sequestrati alle 4
banche accusate di truffa ai danni del Comune. Ubs, Deutsche Bank, JP
Morgan, Depfa. Diversi i dirigenti comunali indagati: Elfo Butti,
ex direttore centrale Finanza, Patrimonio e Bilancio, Giorgio Porta, ex
direttore generale, il consulente nominato da Albertini Matteo Mauri.

Insieme a loro a decidere di investire nei prodotti tossici bancari
Talamona, ex assessore al Bilancio e Angela Casiraghi, direttore
centrale Finanza Tributi ee Partecipate. Sorge spontaneo un dubbio.
Quanto avevano preso in pagellina? 
 Cultura e ricerca meneghine? Colpite e affondate

 

Ancora da definire il passaggio
delle Scuole Civiche alla Fondazione del Comune, soprattutto per quanto
riguarda i lavoratori. I co.co.co dei Musei Civici, Archeologico di
C.so Magenta, Castello, Museo di scienze naturali di C.so Venezia,
Risorgimento di via Borgonuovo e Acquario Civico sono senza stipendio e
contratto dal gennaio 2009. Rischiano una pesante decurtazione di
reddito anche le 50 guide museali addette ai laboratori del Museo della
Scienza e della Tecnologia a Sant’Ambrogio. I tecnici e i laureati che insegnano le scienze ai piccoli milanesi hanno contratti di collaborazione rinnovati da 9 anni…

 

Rebus o Premio di produzione?
L’8
aprile il Personale, e la rappresentanze dei lavoratori Cgil Cisl e Uil
e RSU hanno firmato l’accordo su premio produzione dei dipendenti del
Comune, eccettuati gli ex vigili. I soldi di aprile sono relativi al
70% del ‘raggiungimento degli obiettivi’ calcolati nel 2008 sul premio
del 2007. La seconda parte arriverà con la busta paga di luglio e
riguarderà il rimanente 30% degli ‘obiettivi’ e la quota da assegnare
per le ‘pagelline’ (valutazione delle prestazioni). Quanto vi arriverà in busta paga?

Risolvete il problema in 30 secondi.Polizia Locale in mutande
Continuano
le lamentele degli ex Vigili Urbani sul vestiario. In molti hanno
scarpe e camicie usurate. Pochi i giubbotti e le scarpe distribuite dal
loro magazzino ubicato in fondo a viale Padova.
Stabilizzazioni bloccateNulla
di fatto sul fronte stabilizzazioni. Nonostante oltre 10 C1 abbiano
rifiutato l’assunzione lo scorso giugno, via Borgognone non ha fatto
scorrere la graduatoria.

Sempre più vicino il termine utile
previsto dalla legge per le assunzioni di personale con oltre 3 anni di
anzianità precaria: il prossimo 30 giugno
. Voci parlano di un
possibile rinvio del confronto tra sindacati e Personale spostato a
dicembre, con tutte le incognite del caso.

Dinosauri famelici all’Expo
Più di 300 mila euro annui e
doppio incarico di parlamentare e presidente della SoGe società che
dovrà gestire l’Expo. E’ Lucio Stanca, il navigato politico scelto dal
governo per sostituire il pupillo del Sindaco Moratti, Paolo Glisenti,
alla guida di Expo 2015. Il PD intanto solleva forti dubbi sul
conflitto di interessi che vede coinvolta Diana Bracco (Assolombarda),
proprietaria di terreni proprio tra Pero e Rho, cuore della
trasformazione urbanistica della Milano del prossimo futuro.

 

Case popolari: distruggere/ricostruire
Continua
la campagna di demolizioni di case popolari scelta da Comune di Milano
e Aler. Dopo la torre in costruzione in piazza Se gesta (San Siro) si
parla di nuove demolizioni alle case popolari del Giambellino e di
Corvetto. Qui, in via Barzoni n.11 i 60 inquilini dell’Aler hanno
scoperto leggendo il Corsera della prossima demolizione delle loro
case, causa inquinamento da amianto.

Tangenti Edilizia
Il
prossimo 18 giugno parte il processo che vede coinvolti 18 tra
dirigenti, P.O. e amministrativi di via Pirelli. L’accusa è di aver
favorito pratiche edilizie facendo risparmiare centinaia di migliaia di
euro alle società di costruzione. Il Giudice per le udienze preliminari
Guido Salvini ha rinviato a giudizio i responsabili accusati di
corruzione, abuso d’ufficio e omissione in atti d’ufficio.

 

‘Il
Fannullone’, Redazione: liberamilano@libero.it. La collaborazione è
aperta, si pubblicano foto, notizie e tutto ciò che può migliorare le
condizioni, l’unione e il benessere di chi vive con un reddito erogato
direttamente o indirettamente dal Comune di Milano. Sicuri dell’utilità
di queste info vi chiediamo, se vi interessa riceverle, una casella di
posta personale dove inviarle. Per cancellarsi inviare una mail di
disdetta.

Articoli Correlati: